fbpx
Skip to content Skip to footer

La teoria dell’attaccamento

attaccamento

La relazione di attaccamento è la relazione precoce con le figure di attaccamento. Tale relazione influenza e determina i futuri comportamenti con i quali, ogni persona, stabilisce le proprie relazioni nel corso della vita. 

Le esperienze precoci di attaccamento e distacco caratterizzano in modo peculiare e gradualmente stabile la personalità dell’individuo.

La relazione di attaccamento crea degli schemi interpersonali funzionali o disfunzionali, che si ripetono nelle relazioni successive, dei quali la persona non è consapevole.

I Modelli Operativi Interni nell’attaccamento

Le rappresentazioni mentali (Modelli Operativi Interni) delle interazioni con i genitori, che si formano nel primo anno di vita del neonato, determinano le rappresentazioni di sé stessi e degli altri. I Modelli Operativi Interni diventano stabili nel tempo e condizionano l’interpretazione del mondo e dei rapporti con gli altri.

I Modelli Operativi Interni riflettono il vissuto emotivo del bambino e le strategie messe in atto per cercare di mantenere la vicinanza con le figure di attaccamento e di essere amato.

Gli adulti con base sicure e gli adulti con base insicura

In base ai Modelli operativi interni, ci troviamo di fronte ad adulti con base sicura, adulti con base insicura e adulti con base disorganizzata. Vediamo le differenze.

  1. Gli adulti con una Base Sicura sono stati bambini valorizzati nella loro autenticità, in un amore libero che differenzia e legittima le emozioni del neonato e del bambino, consentendo di vivere l’intimità, di sentirsi amabili e quindi capaci di amare, di sentirsi degni di fiducia e quindi di potersi fidare- Essi sono adulti saldi che non generalizzano le esperienze totalizzandole, ma contestualizzano gli eventi dando loro un significato realistico ed equilibrato.
  2. Gli adulti con Base Insicura Ansiosa (Ambivalente e Evitante) hanno sperimentato una frustrazione, non hanno potuto contare su figure di attaccamento sensibili, responsive e coerenti, non sono stati riconosciuti come individui, né sono stati visti e rispettati nei loro autentici bisogni. Sono stati invece, ignorati, svalutati, iperprotetti, controllati, manipolati. 
  3. Gli adulti con base insicura disorganizzata sono stati maltrattati e spaventati.

Come l’attaccamento influenza il bambino

Le reazioni del bambino prima e dell’adulto poi, alla separazione e alla ricongiunzione con le persone significative sono indicative per definire il livello di ansia e le strategie messe in atto per controllarla: vicinanza e ricerca del contatto, mantenimento del contatto, resistenza, esitamento, ricerca, distanza dell’interazione. 

Anche il temperamento di un bambino può influenzare le relazioni genitoriali, le quali, a loro volta, influenzano gli esiti dell’attaccamento.  Riconoscere i propri Modelli Operativi Interni è necessario per apportare un significativo miglioramento nella stima di sé e nella relazione con gli altri.

Bibliografia

John Bowlby “Una Base Sicura” Raffaello Cortina Editore

John Bowlby “Costruzione e rottura dei legami” Raffaello Cortina Editore

Grazia Attili “Attaccamento e costruzione evoluzionistica della mente. Normalità patologia, terapia” Raffaello Cortina Editore

Daniel J. Siegel “La mente relazionale” Raffaello Cortina Editore

Leave a comment

Go To Top