Categoria: Mediazione familiare

CRISI E SEPARAZIONI: COME LO PSICOLOGO E L’AVVOCATO POSSONO SOSTENERE

I motivi che portano una famiglia e una coppia a separarsi possono essere tanti: la nascita e la crescita di un figlio, la comunicazione che si interrompe, la competizione e il successo lavorativo, le fragilità, la qualità del legame, la dipendenza emotiva fino all’incapacità o impossibilità di soddisfare i propri bisogni. Al di là, delle diverse scintille che possono condurre a tale scelta, si tratta comunque di un evento molto doloroso e faticoso, come se fosse un lutto vero e proprio, una perdita insomma. I due partners si trovano all’improvviso a confrontarsi come due “sconosciuti”, incapaci di comprendersi all’interno di un dialogo che un tempo era abituale; scuotendo l’equilibrio e mettendo in discussione la stessa capacità di relazionarsi. E’ il sistema coniugale e familiare che entra in crisi, separando un modo di essere da un altro modo di essere. Crisi ha infatti tale significato…”separazione”, ma anche possibilità. Un’opportunità per trasformare un nuovo modo di vivere ed esistere, per recuperare la fiducia verso le proprie risorse senza rimanere schiacciati, passivi ed immobili sotto le macerie di un’unione ormai in frantumi. J.J. Davis ha detto:” Ogni crisi è come una moneta: da una parte porta con sé il pericolo, dall’altra l’opportunità. Capovolgete la moneta. Non perdetevi l’opportunità di emergere da questa crisi più forti e più intelligenti: dei sopravvissuti migliori”.Dunque separarsi non sempre corrisponde ad una guerra psicologica e giudiziaria, è possibile trovare un sano compromesso all’insegna della prevenzione dei minori e degli adulti coinvolti.

Il metodo di analisi e l’approccio scientifico scelto in collaborazione dall’Associazione CPCF( Centro Psicologico clinico e forense) (Bracciano e Ldispoli e dall’Associazione Sistemica APS (Ciampino) per occuparsi della famiglia (che può e deve sopravvivere all’evento della separazione) è interdisciplinare e globale, con il coinvolgimento e la collaborazione di più figure professionali. Il fine è quello di promuovere ed incentivare la creazione e la diffusione di una nuova cultura della separazione e del divorzio.

La metodologia intrapresa da ogni professionista dell’Associazione prevede la stretta collaborazione tra psicologi ed avvocati con l’obiettivo di migliorare la qualità della separazione, fornendo l’opportunità di un incontro autentico e non di conflitto. Il cambiamento prodotto dalla crisi familiare viene ascoltato, accolto e gestito attraverso la creazione di un clima empatico e di rispetto. Dove le persone non vengono giudicate ed etichettate, ma dove è possibile condividere le emozioni e i bisogni di ognuno, affrontando e dando significato alla sofferenza della separazione. La figura dello psicologo è d’aiuto nel sostegno delle emozioni e dei vissuti; grazie all’empatia e alla qualità dell’ascolto viene facilitato il processo di auto guarigione e di trasformazione dovuta al cambiamento. Insieme ad esso, l’avvocato avrà il compito e la responsabilità di non inasprire ulteriormente i toni del conflitto già di per sé delicato e doloroso, cercando di fare della separazione un momento di passaggio e non un campo di battaglia. L’obiettivo è anche quello di un serio cambiamento ideologico, in cui vengano considerate, ascoltate e messo al “centro” le persone e non l’evento della separazione come atto puramente giudiziario.

Dott.ssa Elisa Matani

Dott.ssa Paola Fraschetti

CRISI E SEPARAZIONI: COME LO PSICOLOGO E L’AVVOCATO POSSONO SOSTENERE

I motivi che portano una famiglia e una coppia a separarsi possono essere tanti: la nascita e la crescita di un figlio, la …

Mindfulness: La pace dentro

“Sempre immersi nel rumore della vita non ci fermiamo mai ad ascoltare e ad ascoltarci. Inseguiamo la logica del fare e …

DSA: CONSIGLI UTILI PER I GENITORI

Quale intervento e aiuto possono offrire i genitori ad un figlio con un disturbo specifico di apprendimento (DSA)? Per …