Chi è lo psicologo? Le differenze con gli altri professionisti del settore

Chi è lo PSICOLOGO? Lo psicologo è un professionista regolarmente iscritto all’Albo degli psicologi, dopo aver conseguito obbligatoriamente, la laurea in psicologia di 5 anni, aver svolto un tirocinio di 1000 ore e superato l’esame di Stato.

Sulla base della Legge 56/89, si occupa di promozione del benessere, prevenzione, counselling, sostegno, “uso degli strumenti conoscitivi” (ad esempio colloquio, osservazione, test) e di intervento per la prevenzione, la diagnosi, le attività di abilitazione-riabilitazione e di sostegno in ambito psicologico rivolte alla persona, al gruppo, agli organismi sociali e alle comunità”. Non può curare né prescrivere farmaci.

Ora che abbiamo visto chi è lo psicologo, ecco una panoramica delle altre figure di professionisti del settore.

Lo PSICOTERAPEUTA è uno psicologo iscritto all’albo, oppure un medico, formato attraverso una scuola chiamata “di specializzazione” della durata di almeno 4 anni che prevedono in contemporanea 4 anni di tirocinio gratuito e supervisione. Dalla legge 56 del 1989 può lavorare con le patologie. Le scuole di specializzazione in Italia sono più di 364 e variano sulla base del modello teorico di riferimento. Può curare ma non prescrivere farmaci a meno che, non sia un medico psicoterapeuta.

Lo PSICHIATRA è un medico laureato in Medicina e Chirurgia, che ha in seguito frequentato una Scuola di specializzazione in Psichiatria, la cui durata è di cinque anni. Poiché medico, solo lo psichiatra può prescrivere farmaci. Lo psichiatra può anche esercitare la psicoterapia, come pure lo psicologo che ha frequentato una scuola di specializzazione in psicoterapia.

Il COUNSELLOR è un professionista accreditato dalla legge 04/2013. Per formarsi ad un corso di counselling non c’è l’obbligo di aver conseguito una laurea in psicologia. Il corso di counselling prevede 450 ore (generalmente un fine settimana al mese per tre anni), ed pochi esami interni, che consistono generalmente in verifiche di fine anno. Scopo del counsellor è aiutare le persone in modo generico, facendo consulenza sul benessere, cercando di migliorare la qualità di vita del cliente. Non esiste un Ordine dei counsellor ma diversi registri, il suo lavoro è libero, per legge si fonda “sull’autonomia, sulle competenze e sull’indipendenza di giudizio intellettuale e tecnica, nel rispetto dei principi di buona fede, dell’affidamento del pubblico e della clientela, della correttezza, dell’ampliamento e della specializzazione dell’offerta dei servizi, della responsabilità del professionista”. Non può curare né prescrivere farmaci.

IMPORTANTE

Dopo la precedente descrizione delle diverse professionalità, è importante sottolineare un principio fondamentale dello Stato che, in base a una sentenza del T.A.R. del 17 novembre 2015 afferma che: “lo Stato presidia attraverso gli Ordini alcune aree particolarmente rilevanti tra cui l’area della Salute, ovvero in Italia per lavorare con la Salute delle persone è necessario avere una serie di competenze garantite da un apposito percorso di studi (nel nostro caso la Laurea in Psicologia), aver fatto un Esame di Stato (ed essere iscritti al relativo Albo A o B) e essere soggetti al governo di un apposito Ente pubblico (l’Ordine) che vigila e governa tale comunità alla luce delle norme dello Stato e attraverso uno specifico Codice Deontologico; le attività professionali che si declinano all’interno delle aree presidiate dagli Ordini sono da ritenersi attività riservate ai professionisti iscritti all’Albo. Pertanto il disagio psichico, anche fuori da contesti clinici, rientra nelle competenze della professione sanitaria dello psicologo.

Inoltre, con la circolare n.20 del 13/05/11, le prestazioni dello psicologo e dello psicoterapeuta, sono eguagliate alle prestazioni di tipo sanitario a quelle del medico, ammettendole alla detrazione (di cui all’art. 15, comma 1, lett. c), del TUIR, anche senza prescrizione medica. Le fatture sanitarie possono dunque essere detratte al momento della dichiarazione dei redditi.

 

CRISI E SEPARAZIONI: COME LO PSICOLOGO E L’AVVOCATO POSSONO SOSTENERE

I motivi che portano una famiglia e una coppia a separarsi possono essere tanti: la nascita e la crescita di un figlio, la …

Mindfulness: La pace dentro

“Sempre immersi nel rumore della vita non ci fermiamo mai ad ascoltare e ad ascoltarci. Inseguiamo la logica del fare e …

DSA: CONSIGLI UTILI PER I GENITORI

Quale intervento e aiuto possono offrire i genitori ad un figlio con un disturbo specifico di apprendimento (DSA)? Per …